mercoledì 19 ottobre 2011

SFOGLIA TIRATA COL MATTARELLO

Amo le tradizioni, rimpiango quelle perse, quelle che la mia nonna Paola mi ha fatto conoscere e toccare con mano quando ero una bambina ma che poi, purtroppo, adesso non può più insegnarmi.
Lunedì sera però, in una nonna di nome Mafalda ed in una brava sfoglina di Bologna, in un contesto caldo e familiare come quello dell’ azienda agricola “Il Folicello” (di cui vi ho già parlato), ho ritrovato alcuni gesti lontani, che non vedevo e non facevo più da tempo!!
Ho impastato tre uova di sfoglia, l’ ho tirata (discretamente) col mattarello ed ho avuto il piacere di portarmi a casa una bella porzione di tagliatelle biologiche: eh sì, non abbiamo utilizzati ingredienti qualsiasi ma uova di galline ruspanti e nutrite in modo sano e farina macinata a pietra non privata del germe di grano ( ne ho acquistati cinque chili! ).
Per concludere la serata abbiamo mangiato un bel piatto di pasta da noi “sapientemente" prodotta e condite con il meraviglioso ragù alla bolognese di Antonella, sulla tavola tanti profumi tra cui quelli del vino e del succo di uva dell’ azienda sempre biologici e biodinamici; una delizia per il palato e per l’ umore!!
Durante la serata ho capito che farò la sfoglia fatta in casa spesso perchè è buona, è genuina, è un turbinio di profumi, di aromi e perchè vorrei che i gesti che mi ha insegnato la nonna “Pam” tornassero a vivere nelle mie mani e in quelle di Edoardo quando sarà più grande.
Durante la serata ho avuto modo di parlare a lungo con Antonella, la titolare dell’ azienda e non sapete quanti segreti culinari ho scoperto: uno di questi riguarda il pane fatto in casa, ma questa è un’ altra storia....che presto vi racconterò!!!





Nessun commento:

Posta un commento

Ti potrebbero anche interessare

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...