lunedì 4 luglio 2011

UNA SERATA SPECIALE.....CON UN OMETTO SPECIALE

Sono qui a scorrere le tante fotografie che papà Denis, ormai fotografo, con la sua super macchina fotografica, ultra tecnologica, quindi con me poco compatibile, ha scattato a me e ad Edoardo qualche sera fa intenti a produrre biscotti, i nostri biscotti, quelli che facciamo in ogni occasione speciale e che da qualche anno regaliamo ad amici e parenti per Natale!!
Per lui mettere le mani in pasta è una delle cose più speciali da fare con mamma, riempire se stesso ed ogni cosa che gli sta intorno nel raggio di cinque metri di farina è una sensazione liberatoria, e vedere poi la mamma che sudata e trafelata lotta per far emergere la cucina gialla dal momentaneo pulviscolo bianco è una piccola vendetta ai normali e sani amori-rancori che un nanetto quasi trienne prova per la propria madre.
Il mattino seguente la nostra avventura culinaria è cominciato purtroppo di corsa, come sempre, perchè io avevo un impegno ma vedere il suo faccino appena sveglio ed ancora assonnato illuminarsi nel vedere la nostra creazione in un bel vassoio pronta per essere degustata e sentire la sua vocina dire: " nostri biscotti", beh, non ha prezzo; ne vale di tutta la confusione fatta la sera prima, della stanchezza e dello sguardo perplesso di mio marito che mi lascia trasparire il suo giudizio: " madre poco sana di mente, chi te lo fa fare di metterti a cucinare biscotti alle nove di sera con un bambino intenzionato ad infilarsi la farina anche nelle orecchie?" ma io vado oltre e osservo le manine del mio bambino intente a dare forma a quella pasta un po' unta e calorica che abbiamo preparato e steso insieme col matterello; vedo il suo faccino soddisfatto, la sua voglia di fare da solo, la sue mani che portano i biscotti sulla ruola del forno che ho preparato per lui!!! Basta così poco per fare felice un bambino e ve lo dice una fanatica dell' ordine e della pulizia, che sta "guarendo" dalla sindrome grazie all' amore ed ai sorrisi dispensati dal proprio cucciolo quando mamma gli permette di esplorare, di fare esperienze sensoriali, di sporcare e di imbrattarsi di ogni genere di cosa!! Allora via: coloriamo, impastiamo, incolliamo, rotoliamoci nell' erba, mettiamo i piedi nudi sul prato, le mani nel fango, nei colori, annusiamo ciò che ci sta intorno....e volete sapere? Questa meraviglia l' ha insegnata lui a me!!

Perchè tu possa scoprire tutto ciò che ti sta intorno, vicino e lontano, perchè tu possa sentirti libero, non stereotipato, non oppresso, perchè io sarò sempre al tuo fianco a farmi trascinare, il mio compito è solo quello di proteggerti; a volte sembra che come funziona la vita lo sai meglio tu di me!!!
Buona notte vita mia, viaggia nei tuoi sogni.....







La tua mamma

Nessun commento:

Posta un commento

Ti potrebbero anche interessare

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...