venerdì 23 settembre 2011

UN REGALO SPECIALE



Domenica scorsa è stato il mio trentunesimo compleanno, un giorno importante, un momento che ricorda a mia madre un’ esperienza unica come quella della sua precoce maternità ed un’ occasione che porta me a fare un bilancio su come ho trascorso questi anni, su cosa sono diventata e su quello che avrei potuto essere!! E’ un modo per ripensare alle tante cose belle che ho, alle forti certezze come quella ad esempio della mia famiglia ( mio marito e mio figlio ), alle grandi responsabilità che fin da molto giovane mi hanno alle volte impedito alcuni passi ma ho capito che va bene così, che sono grata per quello che ho, che ho raggiunto obiettivi che non sembravano scritti nel mio “destino” e che forse, in passato, nessuno si aspettava che io raggiungessi!!
Tutti questi pensieri, queste valutazioni, questi resoconti di vita sono stati fino a pochi giorni fa solo affar mio; poche conferme esterne sulla mia persona, sul mio operato, sul mio vivere ma poi, Domenica, mia madre mi porge un sacchetto contenente il suo regalo di compleanno e mi dice “aprilo quando sei sola”!!
La cosa mi incuriosisce perchè pensavo di sapere cosa ci fosse in quel pacco ed invece non era così: c’era un bellissimo regalo, ma non mi riferisco al buono da spendere in libreria (inutile dire quanto io abbia apprezzato) ma una lettera scritta su una carta speciale, da una calligrafia a me molto conosciuta, parole che non mi ero sentita dire spesso!
Mia madre che mi dice quanto è fiera di me, che è una mamma fortunata, che sono la figlia che tutti vorrebbero, che mi ammira per ciò che faccio, per i sacrifici fatti, che sono un’ ottima mamma!!
Ebbene, non ricordo in vita mia regalo migliore e credo che queste parole mi accompagneranno ogni giorno della mia vita, in ogni momento di sconforto, nei momenti di gioia, a ricordarmi che ci lega qualcosa di forte, che ho una madre che mi ama e che nemmeno le dure prove a cui la vita ci ha sottoposto in passato hanno deturpato il nostro legame!!
Domenica sera, finita la festa, mi sono seduta sul letto e nel buio della mia stanza, illuminata solo da una tenue lucina, mi sono riletta più volte quelle parole: ho ritrovato la tenerezza di una madre, la mia, una donna molto forte che spesso mi è sembrata dura, distante, ma  finalmente me lo ha detto: nulla le passa inosservato di ciò che faccio, lei c’è, è qui con me.
Ecco, il 18 Settembre 2011, a trentuno anni sono rinata, sono rinata figlia!!
Mamma ti voglio tanto bene!!!!!!!!!!!!!!!

Nessun commento:

Posta un commento

Ti potrebbero anche interessare

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...